Perché la Cina esporta meno macachi da laboratorio?
Negli Stati Uniti la carenza di scimmie da impiegare nelle sperimentazioni di farmaci e vaccini per il Sars-CoV-2 sta rallentando gli istituti di ricerca.
Le scimmie, pur essendo poco utilizzate nella ricerca biomedica, presentano caratteristiche simili all’organismo dell’essere umano e sono una risorsa fondamentale per valutare l’efficacia di terapie e vaccini.
Lo scoppio della pandemia di Covid-19 è stato accompagnato da un grande aumento della domanda di questi esemplari da parte dell’industria, che ora è costretta a competere per i pochi animali disponibili.
Generalmente, gli USA e i paesi occidentali, luoghi con pochi allevamenti e una forte opposizione delle associazioni animaliste, si rivolgono alla Cina per importare le scimmie necessarie.
Ma la “guerra commerciale” inizialmente instaurata dall’amministrazione Trump con il paese asiatico ha provocato un aumento dei prezzi e un rallentamento delle esportazioni, che poi si sono fermate all’arrivo del coronavirus.
Secondo alcuni esperti, tale blocco potrebbe essere una scelta politica, operata per avvantaggiare la ricerca cinese nella corsa al vaccino.

View at DailyMotion

Topics #coronavirus #covid 19 indiana #covid 19 statistics #covid 19 usa #covid symptoms #covid-19 #novel coronavirus #second #stimulus #update